INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Cantiere Galli Design
Archivio: Showroom

Cantiere Galli Design

Nasce il primo interior design center della Capitale

Cuore culturale dello spazio è Una stanza tutta per sé
Data Pubblicazione: 28 February 2017

Situato nel cuore di RomaCantiere Galli Design è uno spazio dedicato all’interior design che si rivolge a professionisti, aziende del settore e a tutti coloro che si affacciano al mondo del design con sguardo curioso.

 

Si tratta di una realtà unica nel suo genere, che colma un grande vuoto dell’offerta professionale di rivendita e consulenza nel mondo dell’interior, dell’architettura e dell’edilizia. Cantiere Galli Design, infatti, coniuga l’aspetto commerciale e culturale del design, diventando così per la Capitale un vero e proprio epicentro per la cultura del progetto, dove poter scoprire prodotti innovativi e materiali d’avanguardia.

 

Il progetto di interior dello showroom è stato realizzato da Studiopepe.

Tra i prodotti e i materiali proposti, quelli di Agape e Agapecasa, De CastelliWall&Decò, Linvisibile, TM Italia, Falma, Matteo Bioni, The Paint Makers Company, Arper, Fantoni, Cristina Rubinetterie, Mosa, Brokis.

Oltre alla partnership con Material ConneXion, uno spazio dove tenersi sempre aggiornati scoprendo nuovi e iconici materiali.

 

Cuore culturale dello spazio è Una stanza tutta per sé, progetto fortemente voluto da Eleonora Galli, proprietaria di Cantiere Galli Design, e curato da Domitilla Dardi, dal 2010 curatore per il design del MAXXI-Architettura di Roma: un luogo fisico e mentale dedicato alla creatività dalle caratteristiche mutevoli, che verrà interpretato nel tempo da diversi esponenti del mondo del design.

 

Il primo designer chiamato ad esporre è Giuseppe Arezzi, con il progetto Beata Solitudo, il rifugio dell’eremita contemporaneo – tecnologico, mutante e primitivo – una piccola casa con tutto il necessario per vivere da soli.

 

 

Previous Next
Now Reading:
Billionaire a Milano
Archivio: Showroom

Billionaire a Milano

Il negozio, progettato da CLS architetti, è il primo a presentare il nuovo concept retail del marchio

Le griglie dorate, come in un caveau, separano la parte esterna del negozio dall'interno
Data Pubblicazione: 28 February 2017

La nuova boutique Billionaire aperta nel cuore del quadrilatero della moda è uno spazio esclusivo e privato, caratterizzato da un’atmosfera calda e accogliente ma allo stesso tempo ricca e sofisticata.

Il nuovo concept retail del marchio ideato dallo studio CLS architetti è connotato dalle griglie dorate.

 

La trave a vista in oro che percorre l’intero perimetro del negozio è un richiamo alla progettazione architettonica dei grattaceli costruiti dai primi Billionaire Men americani. Questo elemento di grande impatto visivo genera tutti gli infissi perimetrali, come le barre dell’appenderia, i ripiani in vetro colato, il display verniciati a mano in oro degli accessori.

Lo stucco nero spatolato sulle pareti dà risalto all’oro attraverso il contrasto materico. La pavimentazione in resina dal colore rosso accesso contrasta, invece, con l’opacità del marmo di Levanto ed è arricchita da oltre 200 monete dorate sulle quali è impresso il muso del leone: animale regale simbolo del brand.

 

Impreziosicono lo spazio dettagli lussuosi e sofisticati: le maniglie in oro con raffigurato il leone, i particolari in cuoio rosso e le basi in alcantara dei vassoi in mogano. Le sedute di Nanda Vigo e di Claudio Bellini aggiungono un tocco elegante e ricercato.

 

Previous Next
Now Reading:
Coach a Milano
Archivio: Showroom

Coach a Milano

Il brand di moda apre il suo primo store in Italia in via Montenapoleone
Data Pubblicazione: 23 February 2017

Coach, casa di moda newyorkese specializzata in accessori di lusso e marchi di lifestyle, annuncia l’apertura del primo monobrand italiano nel quadrilatero della moda milanese.

 

Situato in via Montenapoleone 19, lo store rappresenta il concetto di lusso moderno del brand.

Il direttore creativo Stuart Vevers, in collaborazione con William Sofield di Studio Sofield, ha ideato lo spazio di oltre 150 metri quadrati fondendo elementi architettonici storici preesistenti con il layout interno distintivo del marchio.

Il risultato è uno spazio su più livelli connotato da una ricercata giustapposizione di passato e presente.

 

Le finestre nascoste, riportate alla luce durante i lavori di ristrutturazione, sono state integrate nell’arredamento, mentre un ascensore di vetro inonda l’ambiente di luce naturale.

Il pavimento è stato composto con mattoni tipici delle antiche rimesse per carrozze, un chiaro riferimento alle origini di Coach.

Le pareti racchiudono un mix di trame contrastanti grazie a diversi materiali: cemento, granito rosa vintage e terracotta.

L’illuminazione da galleria d’arte, i tappeti disegnati appositamente, le sedute in pelle e montone creano un ambiente accogliente e caldo, mentre un’accurata selezione di oggetti di metà secolo aggiungono un tocco cool, giocoso e contemporaneo.

 

Previous Next
Now Reading:
Apple Park
Archivio: Showroom

Apple Park

Il nuovo campus, progettato in collaborazione con Foster + Partners, aprirà ai dipendenti ad aprile

L’auditorium sarà intitolato a Steve Jobs
Data Pubblicazione: 22 February 2017

Apple ha annunciato che il nuovo campus, esteso su circa 708.000 metri quadrati, sarà pronto per l’ingresso dei oltre 12.000 dipendenti ad aprile, mentre la costruzione di edifici e parchi proseguirà nel corso dell’estate.

Concepito da Steve Jobs come un centro dedicato alla creatività e all’innovazione, e progettato in collaborazione con Foster + PartnersApple Park sta trasformando chilometri di asfalto in un paradiso di spazi verdi nel cuore della Santa Clara Valley in California.

L’edificio principale del campus, con la sua forma circolare e un’area complessiva di 260.000 metri quadrati, è interamente rivestito con le più grandi vetrate curve al mondo.


L’auditorium dell’Apple Park, che sarà inaugurato nel corso dell’anno, sarà chiamato Steve Jobs Theater. Situato in cima a una collina, avrà 1000 posti a sedere e un ingresso costituito da un cilindro di vetro alto 6 metri, con un diametro di 50, sormontato da un tetto in fibra di carbonio con finitura metallizzata. 

Apple Park includerà anche un centro per i visitatori, con un Apple Store e una caffetteria aperta al pubblico, un centro fitness da 9300 metri quadrati e laboratori di ricerca e sviluppo.

Le aree verdi offriranno ai dipendenti oltre tre chilometri di sentieri nel parco, oltre a un frutteto, un prato e un laghetto.


Apple Park sostituisce oltre 464.000 metri quadrati di asfalto e cemento con terreni erbosi e più di 9000 piante ed è interamente alimentato da energia rinnovabile.

Grazie a un impianto fotovoltaico da 17 megawatt sul tetto, Apple Park sarà dotato di una delle più grandi installazioni di pannelli solari in loco al mondo.

Sarà inoltre l’edificio con ventilazione naturale più imponente al mondo, progettato per non richiedere alcun riscaldamento né condizionamento per nove mesi all’anno.

 

 

Previous Next