INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Shiseido The Store
Archivio: Showroom

Shiseido The Store

Un inedito progetto di interior design (e di trucco) di Nendo a Ginza, Tokyo
Data Pubblicazione: 28 February 2018

Shiseido, la più grande azienda di cosmetici del Giappone, nasce nel 1872 a Ginza come prima farmacia in stile occidentale.

Ora Shiseido The Store, dopo il progetto di ristrutturazione ideato da Nendo, ha quattro piani, ognuno dei quali offre vari servizi, spazi e funzioni: vendita di cosmetici e di prodotti destinati a turisti stranieri; saloni per la cura della pelle e di bellezza, uno studio fotografico, un bar, uno spazio per eventi e cabine private per consulenze.

Il concept dell’interior design si basa su un parallelismo tra le fasi di costruzione e quelle del trucco.

Quando si prepara un muro o un pavimento per prima cosa si applica il sottofondo, quindi gli strati di pittura o di lucidatura, infine un rivestimento protettivo. Il trucco segue un ordine simile: per prima cosa si applicano i prodotti per la cura della pelle, quindi il primer e il fondotinta per la base, poi tocchi di colore, come rossetto e ombretto.

Queste somiglianze sono state l’ispirazione per rinnovare lo spazio, ‘applicando il trucco’ all’interno del negozio. Sono infatti stati utilizzati prodotti Shiseido e materiali correlati per superfici e finiture.

Sulle pareti erano state usate carte fatte di spugne di cotone spalmate sottili: illuminate da sotto, emettono una luce soffusa. L’olio di camelia – un ingrediente chiave per Shiseido, soprattutto nei prodotti per la cura dei capelli – è stato applicato a prodotti naturali non lavorati, come sul legno per dare una piacevole finitura invecchiata.

L’ombretto è stato stratificato sulle pareti con pennelli per il trucco per dare una finitura simile al marmo e lo smalto per unghie è stato mescolato nella pittura utilizzata per il soffitto, donando così un sottile luccichio.

Tocchi nascosti, che hanno le loro radici nel senso giapponese della bellezza, e sono una perfetta espressione di Shiseido.

Previous Next
Now Reading:
Design Republic a Milano
Archivio: Showroom

Design Republic a Milano

Lo store che seleziona il meglio del design nordico apre il suo secondo punto vendita milanese in piazza del Tricolore 2
Data Pubblicazione: 27 February 2018

Il nuovo negozio di Design Republic si sviluppa su due piani, per un totale di 500 mq a cui si aggiungono i 300 mq del recupero del magazzino in stile vecchia Milano, dove verranno trasferiti gli uffici e la gestione dell’e-commerce, e che diventerà uno spazio per eventi, shooting e presentazioni.

Lo store di piazza del Tricolore riprende il format del primo in corso di Porta Ticinese 3, con l’obiettivo di veicolare mobili, complementi d’arredo e accessori di qualità a prezzi accessibili per un pubblico ampio, accomunato dalla passione per il design e la curiosità per le novità.

Il focus pensato da Marco e Giulia Mornata, titolari del marchio, anche per questo nuovo spazio è il New Scandinavian: ad oggi Design Republic è infatti il punto di riferimento in Italia per brand come Hay, Gubi, &tradition, Muuto, Normann Copenhagen, Playtipe.

Dal 1° marzo, la collezione Kitchen Market di Hay sarà in vendita in esclusiva nei due store milanesi oltre che sullo shop online designrepublic.com.

Per il lancio della collezione e per inaugurare il nuovo store, il duo di creativi Simple Flair realizza un’installazione con gli accessori firmati da Hay.

La co-fondatrice e direttrice creativa di Hay Accessories, Mette Hay, si è avvalsa della competenza dello chef danese Frederik Bille Brahe per selezionare gli oggetti più utili e indispensabili per le cucine di oggi.

Molti dei pezzi della collezione sono ispirati all’Italia: accessori retrò senza tempo, che richiamano un immaginario fatto di tovaglie a quadretti, bar sport e musica da balera.

Previous Next
Now Reading:
Il caffè più grande del mondo
Archivio: Showroom

Il caffè più grande del mondo

Data Pubblicazione: 22 February 2018

A Shanghai è stato inaugurato lo Starbucks più grande del mondo.

Uno spazio di 2.700 metri quadrati dedicato all’esperienza del caffè a 360°, con tanto di bancone più lungo (ben 27 metri), un’area dedicata alla degustazione di tè artigianali e un enorme soffitto ricoperto con 10 mila esagoni di legno intagliati a mano.

Si tratta della seconda Reserve Roastery del colosso delle caffetterie, dopo quella sperimentale testata a Seattle. I clienti possono scoprire ogni dettaglio del processo che porta il caffè dalla terra di origine alla propria tazza attraverso una speciale app per la realtà aumentata. Inquadrando le diverse zone del locale è possibile consultare informazioni aggiuntive su tostatura, miscele e segreti della preparazione.

Al primo piano, le pareti alte quasi 3 metri che fungono da divisorio sono in realtà delle porte pivotanti, all’occorrenza schermo per proiezioni. Sono state realizzate con System 3 di FritsJurgens che non richiede l’inserimento di dispositivi architettonici nel pavimento e nel soffitto.

La porta pivotante – o porta a bilico – ideata da FritsJurgens è dotata di cerniere a scomparsa e di un asse verticale invisibile che permette l’apertura sia verso l’interno che verso l’esterno. La parete girevole – invisibile da chiusa – quando è aperta determina fortemente il concetto di spazio.

GID, l’azienda che ha progettato le ante girevoli in legno e alcune porte d’ingresso che pesano fino a 500 kg di Starbucks Reserve Roastery, ha scelto il sistema pivot System 3, che è stato installato al centro dei pannelli. La cerniera consente alla porta di compiere una rotazione completa e di fermarsi ad ogni quarto di cerchio. È sufficiente un leggero tocco per muovere la porta.

Previous Next
Now Reading:
Giorgetti a Houston
Archivio: Showroom

Giorgetti a Houston

Data Pubblicazione: 21 February 2018

Giorgetti ha inaugurato un monobrand negli spazi di Casa, il nuovo megastore di Houston dedicato all’arredo di qualità.

Situato nel lussuoso distretto di River Oaks, il mall è stato fondato da Jerry Hooker e Jacob Sudhoff, che nella città texana sono stati il motore anche del progetto di sviluppo immobiliare firmato dall’azienda italiana, e che vedrà l’inizio dei lavori nel mese di marzo.

Lo spazio Giorgetti esteso su una superficie di 300 metri quadrati è posizionato immediatamente all’entrata del mall di West Avenue e vanta una serie di vetrine su strada.

L’ atmosfera si connota per un’eleganza sobria, ma ricercata tipica del brand. Gli spazi, arredati con alcuni prodotti iconici e una selezione di nuovi progetti, sono scanditi da un naturale susseguirsi di ambienti che raccontano le diverse interpretazioni dell’abitare contemporaneo; le luci scenografiche enfatizzano le collezioni dell’azienda fondata a Meda 120 anni fa.

Dalle proposte per il living room a quelle per la sala da pranzo, dalle soluzioni per la zona notte a quelle per la cucina, fino alle collezioni per l’outdoor e gli oggetti di décor di Giorgetti Atmosphere, a Houston prende vita una raffinata narrazione dell’interior design che ispira progettisti e appassionati di design accompagnandoli nell’esperienza autentica della manifattura made in Italy.

Inaugurato il nuovo monobrand, sarà immediato anche avvio del cantiere del building Giorgetti Houston, situato nel contesto vivace ed elegante dell’Upper Kirby district della città texana.

 

Previous Next